Possono partecipare i giornalisti con meno di 35 anni di età che con articoli su carta e su web, trasmissioni televisive e radiofoniche abbiano trattato aspetti tesi a migliorare la qualità della vita e la vivibilità nella città di Napoli e si siano distinti per completezza e correttezza di informazione.

È stato presentato l'8 novembre nella sede dell'Ordine dei Giornalisti della Campania la II edizione del Premio Internazionale Giovani Giornalisti per Napoli organizzato dal Rotary Club Napoli con il sostegno della Metropolitana di Napoli S.p.a. e dell'A.c.e.n., Associazione Costruttori Edili Napoli. Il Premio è patrocinato dall'Ordine dei Giornalisti Nazionale e, per l'alto valore sociale dell'iniziativa, ha ottenuto il riconoscimento del Presidente della Repubblica.
Il Concorso intende segnalare all'attenzione della pubblica opinione le opere di giovani giornalisti che con articoli, trasmissioni televisive, radiofoniche o su Internet, abbiano trattato aspetti tesi a migliorare la qualità della vita e la vivibilità nella città di Napoli e si siano distinti per completezza e correttezza di informazione.
"Vogliamo - dice l'avvocato Sergio Pepe, Presidente del Rotary Club Napoli - che i giornalisti diano un'immagine giusta della Città. Si parla sempre di una Napoli violenta mentre le notizie buone, che pure ci sono, non arrivano a tutti perché non vengono prese in considerazione dalla stampa. Il Premio Giovani Giornalisti per Napoli è un premio internazionale. Sul nostro sito c'è il bando tradotto in inglese perché cerchiamo di attirare l'attenzione anche della stampa internazionale".
"Il Rotary Club Napoli - spiega il professor Massimo Franco, responsabile del Premio - ha fin dal 2002 prestato attenzione alla Città. Riteniamo che la qualità della vita è il presupposto per rendere più vivibile Napoli. Ecco perché il premio è dedicato ai giovani che si sono occupati della città con spirito critico, attraverso il loro delicato e importante lavoro di giornalisti".
Ai vincitori delle quattro sezioni - carta stampata, internet, radio e tv - sarà consegnato, insieme ad un attestato, l'opera che il maestro Lello Esposito ha realizzato in esclusiva per il premio. Il maestro Esposito, ha espresso l'essenzialità del Concorso, raccogliendone le suggestioni e lavorando sulla scrittura, sui materiali e sull'identità del Premio, che diventa così riconoscibile e forte, giocando sul logo del Rotary e la scrittura in tutte le sue forme. Il risultato è la fusione di questi concetti in una forma riconoscibile, non astratta che nella lucentezza del suo metallo consente di rispecchiare i valori ed i messaggi dei rotariani così come dei giornalisti premiati, per una Città positiva che lavora ed è attenta ai bisogni ed al benessere dei suoi cittadini.


I lavori dovranno essere inviati alla Segreteria del Rotary Club Napoli c/o Hotel Royal via Partenope, 38 - 80121 - Napoli alla c.a. arch. Luca Ganguzza e dovranno pervenire entro e non oltre il giorno 31 marzo 2011.

Maggiori informazioni e bando su: www.rotarynapoli.it - (pubbl. il 11/01/2011)